20.7 C
Rome
giovedì 16 Maggio 2024

Contabilità in outsourcing: guida completa e novità 2024

La gestione della contabilità aziendale può essere un’attività complessa e dispendiosa in termini di tempo e risorse. Per questo motivo, sempre più aziende scelgono di affidare la propria contabilità in outsourcing, a professionisti esterni specializzati nel settore. In questo articolo, forniremo una panoramica completa della contabilità in outsourcing, con particolare attenzione ai benefici, ai costi e alle novità introdotte nel 2024.

Cos’è la contabilità in outsourcing?

La contabilità in outsourcing consiste nell’affidare la gestione della contabilità aziendale a un’azienda esterna specializzata. Ciò significa che l’azienda delega a terzi compiti come la registrazione delle fatture, la tenuta dei libri contabili, la predisposizione delle dichiarazioni fiscali e la gestione degli adempimenti con gli enti previdenziali.

Benefici della contabilità in outsourcing

I benefici della contabilità in outsourcing sono numerosi:

  • Riduzione dei costi: l’esternalizzazione della contabilità può comportare una significativa riduzione dei costi fissi e variabili, in quanto non è necessario assumere e formare personale interno dedicato.
  • Maggiore efficienza: le aziende di outsourcing specializzate dispongono di competenze e tecnologie all’avanguardia, che permettono di gestire la contabilità in modo più efficiente e preciso.
  • Maggiore tranquillità: affidare la contabilità a professionisti esterni libera i titolari e i dipendenti dell’azienda da compiti complessi e spesso noiosi, permettendo loro di concentrarsi su attività più strategiche per la crescita del business.
  • Conformità alle normative: le aziende di outsourcing sono sempre aggiornate sulle ultime novità normative in materia fiscale e contabile, garantendo la conformità dell’azienda a tutti gli obblighi previsti dalla legge.
  • Accesso a competenze specialistiche: le aziende di outsourcing possono offrire competenze specialistiche in materia di contabilità internazionale, fiscalità societaria o revisione contabile, che potrebbero essere difficilmente reperibili all’interno dell’azienda.

 

Costi della contabilità in outsourcing

I costi della contabilità in outsourcing variano in base a diversi fattori, tra cui le dimensioni dell’azienda, il volume delle transazioni, la complessità della contabilità e il livello di servizi richiesti. In generale, i costi possono essere calcolati a forfait, a ore o in base al numero di fatture emesse.

Novità 2024

Con l’entrata in vigore di alcune novità normative, a partire dal 2024 la contabilità in outsourcing diventa ancora più vantaggiosa per le aziende:

  • Aumento della franchigia per la fatturazione elettronica: la franchigia per l’obbligo di emissione e trasmissione delle fatture elettroniche è stata aumentata da 250.000 euro a 800.000 euro. Ciò significa che le aziende con un fatturato inferiore a 800.000 euro non sono obbligate a fatturare elettronicamente, con un conseguente risparmio di costi e di adempimenti burocratici.
  • Introduzione della fatturazione elettronica B2B obbligatoria per tutti: a partire dal 1° gennaio 2024, la fatturazione elettronica B2B diventa obbligatoria per tutte le partite IVA. Ciò significa che tutte le aziende dovranno emettere e trasmettere le fatture elettroniche ai propri fornitori, anche se questi sono esonerati dall’obbligo. L’affidamento della contabilità in outsourcing a un’azienda specializzata può semplificare notevolmente l’adempimento di questo nuovo obbligo.
  • Esteso il regime di esenzione dall’IVA per le prestazioni di servizi rese a distanza: l’esenzione dall’IVA per le prestazioni di servizi rese a distanza da fornitori esteri è stata estesa anche ai servizi resi a favore di consumatori finali. Ciò significa che le aziende che acquistano servizi da fornitori esteri non dovranno applicare l’IVA sugli acquisti, con un conseguente risparmio di costi.

 

Come scegliere un fornitore di servizi di contabilità in outsourcing

  • Costo: è importante richiedere preventivi a diversi fornitori e comparare i costi non solo in termini di prezzo ma anche di servizi inclusi.
  • Tecnologia: è importante verificare che il fornitore utilizzi software di contabilità moderni e affidabili e che sia in grado di garantire la sicurezza dei dati aziendali.
  • Comunicazione: è importante scegliere un fornitore con cui si instauri un buon rapporto di comunicazione e che sia in grado di fornire risposte chiare e tempestive alle domande dell’azienda.

 

Conclusione

La contabilità in outsourcing può essere una valida soluzione per le aziende di tutte le dimensioni che desiderano ridurre i costi, migliorare l’efficienza e la tranquillità nella gestione della propria contabilità. Affidandosi a un fornitore di servizi qualificato e affidabile, le aziende possono concentrarsi sul loro core business, sicure che la propria contabilità sia in buone mani.

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Valeria Ceccarelli

Mi occupo di realizzazioni grafiche digitali e cartacee. 

Sono la responsabile della comunicazione e della sponsorizzazione di Commercialista.it e di altre aziende in diversi ambiti. 

Ho collaborato come editor per diversi volumi aziendali e biografici. 

Attualmente sono laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Unicusano di Roma.

Profilo completo e Articoli Valeria Ceccarelli

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli