3.1 C
Rome
sabato 28 Gennaio 2023

Fondo impresa femminile

Sei un’impresa al femminile? Abbiamo preparato per te una rapida guida sulle più recenti e importanti novità in tema di finanziamenti a fondo perduto. è recentissima la pubblicazione del tanto atteso decreto Mise. Il decreto chiarisce quando, e come, presentare le domande per accedere ai contributi a fondo perduto, e ai finanziamenti agevolati, per investire nello sviluppo della tua impresa.

Cos’è

La tua impresa femminile potrà accedere al Fondo al quale il Ministero dello sviluppo economico ha destinato 200 milioni di euro. Il fondo per le imprese femminili è previsto direttamente dal Piano Nazionale di Ripresa Resilienza (PNRR).

Sono imprese femminili:

– le imprese individuali la cui titolare è una donna;

– le società di persone (o le cooperative) in cui le donne rappresentino almeno il 60% della compagine sociale;

– le società di capitali le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne.

L’accesso è consentito per consolidare la tua attività ma anche, qualora il tuo obiettivo sia quello di partire da zero, tu voglia avviare per la prima volta un’impresa femminile. Sono previsti infatti:

– incentivi per le imprese già esistenti;

– agevolazioni per le nuove imprese.

Caratteristiche del finanziamento

Il finanziamento, della durata massima di 8 anni, è a tasso zero e non è assistito da forme di garanzia.

In particolare, una sintesi degli incentivi, degli importi e delle spese ammissibili:

TIPOLOGIA DI IMPRESA FEMMINILE

INCENTIVO RICHIEDIBILE

IMPORTI

SPESE AMMISSIBILI

NUOVA IMPRESA FEMMINILE

 

§ contributo a fondo perduto.

80% delle spese ammissibili e comunque fino a € 50. 000,00, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a €100. 000,00;

50% delle spese ammissibili, per i programmi di investimento che prevedono spese € superiori a €100. 000,00 e fino a € 250. 000,00.

§ immobilizzazioni materiali e immateriali;

§ servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale;

§ personale dipendente ed esigenze di capitale circolante.

IMPRESA FEMMINILE GIA’ ESISTENTE

§ contributo a fondo perduto;

§ finanziamento agevolato

Imprese femminili costituite da non più di 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione: le agevolazioni fino all’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;

Imprese femminili costituite da oltre 36 mesi: le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento; mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

 

§ immobilizzazioni materiali e immateriali;

§ servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale;

§ personale dipendente ed esigenze di capitale circolante.

 

In aggiunta a tali agevolazioni, per le imprese beneficiarie sono previsti servizi di assistenza tecnico-gestionale, fino all’importo massimo di 5. 000,00 euro per impresa fruibile in parte attraverso servizi erogati dal Soggetto gestore, in parte in forma di voucher per l’acquisto di servizi specialistici presso terzi.

Un’opportunità da cogliere perché ti permetterà di accedere al tessuto imprenditoriale italiano.  

Le domande di agevolazione devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, e quindi inviate al soggetto gestore Invitalia, utilizzando la procedura informatica che sarà messa a disposizione nella sezione apposita del sito internet www. Invitalia. It.

Le domande di agevolazione saranno valutate da Invitalia secondo l’ordine cronologico di presentazione, sulla base della data e dell’orario di invio telematico.

Per le iniziative valutate positivamente, Invitalia provvede alla determinazione dell’ammontare delle agevolazioni spettanti sulla base delle spese ritenute ammissibili, e individua la dotazione finanziaria di riferimento, alla luce dell’istruttoria effettuata. Le agevolazioni sono erogate in non più di due stati di avanzamento lavori, fatta salva l’erogazione di una prima quota di agevolazione, a titolo di anticipazione, svincolata dall’avanzamento del programma di spesa, di importo non superiore al 20 (venti) per cento dell’importo complessivo delle agevolazioni concesse, da richiedere previa presentazione di fideiussione, o polizza fideiussoria, in favore del Soggetto gestore di importo pari all’anticipazione richiesta.

Come presentare la domanda

Per ottenere i contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati, le domande, e il relativo progetto imprenditoriale, potranno essere presentate dal mese di maggio. Le pratiche di accesso ed erogazione delle agevolazioni saranno gestite dall’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S. P. A. , cosiddetta Invitalia.

Ecco il calendario delle date:

– per l’avvio di nuove imprese femminili o costituite da meno di 12 mesi, la domanda andrà compilata dalle ore 10 del 5 maggio 2022.  Per la presentazione, la procedura è attiva dalle ore 10 del 19 maggio 2022;

– per lo sviluppo di imprese femminili costituite oltre 12 mesi, la compilazione della domanda è possibile dalle ore 10 del 24 maggio 2022 mentre la presentazione a partire dalle ore 10 del 7 giugno 2022.

Per valutare se il tuo progetto di business si adatta ai requisiti per accedere al Fondo impresa femminile, mettiti in contatto con il nostro Studio.

Saremo felici di assisterti in ogni fase per pianificare in sicurezza, e concretizzare al meglio, il tuo progetto imprenditoriale.  

Facci sapere come possiamo esserti d’aiuto! Compila il form di contatto!  

Iscriviti alla Newsletter

Altri Articoli