31.4 C
Rome
giovedì 13 Giugno 2024

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE: MICROINNOVAZIONE 30 MILIONI DI EURO PER L’INNOVAZIONE DELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE

Il bando Microinnovazione, dal valore di 30 milioni di euro, finanzia i progetti promossi dalle micro e piccole imprese con un minimo di complessità organizzativa, con attività ad alto contenuto innovativo.  

Avviso Pubblico Microinnovazione 30  milioni di euro per l’innovazione delle micro e piccole imprese Unione europea

Il bando Microinnovazione, dal valore di 30 milioni di euro, finanzia i progetti promossi dalle micro e piccole imprese con un minimo di complessità organizzativa, con attività ad alto contenuto innovativo.  

Obiettivo

sostenere progetti di Innovazione delle micro e piccole imprese che vogliano realizzare attività ad alto contenuto innovativo.

Possono partecipare

micro e piccole imprese di produzione e/o di servizi alla produzione con un minimo di complessità organizzativa, localizzate nell’intero territorio della Regione Lazio.

scheda:

Microinnovazione: Finanziamento totale 30 milioni di Euro

Contributo massimo: 200. 000,00 Euro

Presentazione domande: entro il 30 giugno 2013

Durata massima:12 mesi

Ente attuatore: Filas spa

Requisito di accesso: Media ponderata imponibile IRAP

degli ultimi 3 anni: 40. 000,00 Euro

Sono finanziabili

progetti relativi a:

a) Innovazione di prodotto intesa come introduzione sul mercato di un bene o di un servizio totalmente nuovo o significativamente migliorato rispetto alle sue caratteristiche o usi progettati;

b) Innovazione di processo intesa come esecuzione di un nuovo

o significativamente migliorato metodo di produzione e/o di consegna;

c) Innovazione organizzativa intesa come nuovo metodo organizzativo nelle pratiche di affari dell’impresa;

d) Innovazione di marketing intesa come esecuzione di un nuovo metodo

di vendita che coinvolge significativi cambiamenti nel design e packaging del prodotto, nella sua promozione ed estensione delle attività anche

a livello transazionale;

e) Investimenti materiali (acquisizione di innovativi impianti, macchinari e strumentazioni) funzionali all’attuazione di progetti di Innovazione;

f)  Investimenti immateriali (acquisizione di brevetti, software e licenze).

 

I costi ammissibili al netto dell’IVA per i progetti sub a), b), c) e d) sono:

• costi per l’acquisizione di brevetti e/o licenze;

• costi delle competenze tecniche;

• costi per consulenze specialistiche;

• costi per l’acquisto di materie prime, semilavorati, prodotti finiti e materiale di consumo;

• investimenti materiali in macchinari e attrezzature per la quota di ammortamento relativa al periodo di utilizzo nell’ambito progetto, nei limiti delle aliquote previste dalle normative fiscali vigenti;

• spese di personale dipendente o assunto con forme contrattuali equivalenti;

• spese generali.

I costi ammissibili al netto dell’IVA per i progetti sub e) sono quelli per l’acquisto di innovativi impianti, macchinari e strumentazioni.

I costi ammissibili al netto dell’IVA per i progetti sub f) sono quelli per l’acquisizione di brevetti, software e licenze.

Si può richiedere un contributo nel rispetto del regime di aiuto de minimis, con un tetto massimo secondo lo schema illustrato nel Bando:

• pari al 70% dell’investimento ritenuto congruo ed ammissibile relativamente ai progetti di Innovazione di prodotto, di processo, organizzativa di marketing e investimenti immateriali;

• pari al 50% dell’investimento ritenuto congruo ed ammissibile relativamente agli investimenti materiali.

Il 20% di tale contributo è erogato soltanto al raggiungimento degli obiettivi di crescita dell’impresa.

è possibile richiedere un’erogazione in conto anticipo fino al 50% del contributo concesso, a fronte di idonea fidejussione.

 

Le domande si presentano

esclusivamente per via telematica utilizzando il modulo predisposto e disponibile  sul sito internet filas, sezione “Bandi”.

L’inoltro on-line del formulario potrà avere luogo, secondo il sistema a sportello, a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del formulario stesso sul BURL, fino al 30 giugno 2013, salvo esaurimento del fondo nel corso del periodo indicato.

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Dott. Alessio Ferretti

Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge 4/2013, referente di Networkfiscale.com, Commercialista.it, Commercialista.com, amministratore e consigliere in varie società. Dottore Commercialista ODCEC di Roma nr di iscrizione AA12304

Profilo completo e Articoli Dott. Alessio Ferretti

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli