19.5 C
Rome
venerdì 17 Maggio 2024

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DALLA REGIONE LAZIO

Con scadenza  il 30 giugno 2013 e  Contributo massimo per singola iniziativa pari ad €. 300. 000,00. La Regione Lazio sostiene progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale condotti in collaborazione tra imprese e/o con eventuale ausilio di Organismi di Ricerca, al fine di promuovere l’aggregazione nel mondo produttivo e la sua integrazione con il mondo della ricerca.   

Contributi alle  imprese dalla Regione Lazio 

Con scadenza  il 30 giugno 2013 e  Contributo massimo per singola iniziativa pari ad €. 300. 000,00. La Regione Lazio sostiene progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale condotti in collaborazione tra imprese e/o con eventuale ausilio di Organismi di Ricerca, al fine di promuovere l’aggregazione nel mondo produttivo e la sua integrazione con il mondo della ricerca.  

Avviso Pubblico

Co-Research 20 milioni di euro per la ricerca e lo sviluppo sperimentale in collaborazione  Unione europea            

Obiettivo

sostenere progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale condotti in collaborazione tra imprese e/o con eventuale ausilio di Organismi di Ricerca, al fine di promuovere l’aggregazione nel mondo produttivo e la sua integrazione con il mondo della ricerca.        

Co-Research  Finanziamento totale 20 milioni di Euro

Contributo massimo: 300. 000,00 Euro

Presentazione domande: entro il 30 giugno 2013

Durata massima: 24 mesi

Ente attuatore Filas spa

Requisito di accesso Media ponderata imponibile IRAP degli ultimi 3 anni: 40. 000,00 Euro

Possono partecipare i seguenti soggetti:

• piccole e medie imprese (PMI) di produzione e di servizi alla produzione in forma singola (necessariamente con il coinvolgimento di un Organismo di Ricerca) o in forma aggregata (tramite ATI, ATS o CONTRATTO  DI RETE anche senza il coinvolgimento dell’Organismo di Ricerca);

• piccole imprese (PI) classificabili come “nuove imprese innovative”, di produzione e di servizi alla produzione, esclusivamente in forma aggregata (tramite ATI, ATS o CONTRATTO  DI RETE anche senza il coinvolgimento dell’Organismo di Ricerca);

• consorzi, formalmente costituiti, tra i soggetti destinatari di cui ai precedenti punti e necessariamente con il coinvolgimento di un Organismo di Ricerca.    Sono finanziabili progetti di sviluppo sperimentale e, eventualmente per una quota massima del 30%, di ricerca industriale. I costi del progetto considerati ammissibili, al netto dell’IVA, sono i seguenti:

• personale dipendente;

• acquisizione di nuove strumentazioni e attrezzature, per le quote di ammortamento calcolate sulla base delle buone pratiche contabili;

• servizi di consulenza e di servizi equivalenti;

• commesse di servizio per attività svolta dagli Organismi di Ricerca;

• acquisto di materiali di consumo funzionali al progetto;

• spese generali derivanti direttamente dalle attività relative allo svolgimento del progetto di R&S. L’ammontare complessivo dei costi presentati non potrà essere inferiore a 300. 000,00 Euro.

Si può richiedere un contributo massimo pari al (Regolamento CE n. 800/2008):

• 45% per le PI e 35% per le Medie Imprese (MI) che presentano progetti di sviluppo sperimentale;

• 60% per le PI e 50% per le MI che presentano progetti di sviluppo sperimentale in collaborazione*.

Per la quota del progetto riguardante la ricerca industriale:

• 70% per le PI e 60% per le MI;

• 80% per le PI e 75% per le MI se in collaborazione*; Tetto massimo in valore assoluto, per ciascun progetto, pari complessivamente a 300. 000,00 Euro.

è possibile richiedere un’erogazione in conto anticipo fino al 50% del contributo concesso, a fronte di idonea fidejussione.

*collaborazione effettiva tra almeno due imprese indipendenti l’una dall’altra (cfr. Art. 31 c. 4 del Regolamento CE 800/08), costituite sottoforma di ATI, ATS, Contratti di Rete.    Le domande si presentano esclusivamente per via telematica.

 

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Dott. Alessio Ferretti

Tributarista Qualificato Lapet ai sensi della Legge 4/2013, referente di Networkfiscale.com, Commercialista.it, Commercialista.com, amministratore e consigliere in varie società. Dottore Commercialista ODCEC di Roma nr di iscrizione AA12304

Profilo completo e Articoli Dott. Alessio Ferretti

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli