21.7 C
Rome
giovedì 13 Giugno 2024

COVID-19: RICETTA MEDICA ELETTRONICA

Al fine di ridurre al minimo indispensabile gli spostamenti e ridurre la diffusione del Covid-19 (Coronavirus), la Protezione Civile, con l’ordinanza 651 del 19 marzo 2020, consente ai cittadini di reperire dal proprio medico il numero di ricetta elettronico, senza più la necessità di ritirare fisicamente, e portare in farmacia, il promemoria cartaceo.

COVID-19: RICETTA MEDICA ELETTRONICA

Un passo verso la tecnologia per efficientare il sistema sanitario nazionale

Al fine di ridurre al minimo indispensabile gli spostamenti e ridurre la diffusione del Covid-19 (Coronavirus), la Protezione Civile, con l’ordinanza 651 del 19 marzo 2020, consente ai cittadini di reperire dal proprio medico il numero di ricetta elettronico, senza più la necessità di ritirare fisicamente, e portare in farmacia, il promemoria cartaceo.

Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore l’assistito può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del Numero di Ricetta Elettronica (NRE), tramite:

–         a) trasmissione del promemoria in allegato a messaggio di posta elettronica, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore la casella di posta elettronica certificata (PEC) o quella di posta elettronica ordinaria (PEO);

–         b) comunicazione del Numero di Ricetta Elettronica con SMS o con applicazione per telefonia mobile che consente lo scambio di messaggi e immagini, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore il numero di telefono mobile;

–         c) comunicazione telefonica da parte del medico prescrittore del Numero di Ricetta Elettronica laddove l’assistito indichi al medesimo medico il numero di telefono, fisso o mobile.

Per l’erogazione della ricetta, il paziente può recarsi nella struttura di erogazione e fornire il codice (NRE) unitamente al codice fiscale riportato sulla Tessera Sanitaria.

Per le finalità di rendicontazione alla ASL di competenza, la farmacia registra l’avvenuta erogazione della prescrizione farmaceutica, trasmettendo al SAC (anche tramite il SAR) le informazioni dell’erogazione, sia parziale che totale, della prestazione. Il SAC, ovvero il SAR, provvede a contrassegnare tale ricetta come “erogata”. Contestualmente la farmacia annulla le fustelle dei farmaci erogati apponendo sulle stesse, ben visibile e con inchiostro indelebile, la lettera “X”, salvo diversa indicazione regionale.

Laddove l’assistito abbia attivato il Fascicolo sanitario elettronico (FSE), la ricetta elettronica è inserita nel FSE medesimo. Il processo di indicizzazione nel FSE delle ricette dematerializzate è contemporaneo alla prescrizione della ricetta nel sistema SAC – Sistema di Accoglienza Centrale (anche tramite il SAR – Sistemi di Accoglienza Regionali).

Per informazioni ed assistenza invia mail a RISPARMIOLECITO@NETWORKFISCALE. COM

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Dott.ssa Silvia Picca

Dott.ssa Silvia Picca
Manager Nord Italia - Senior Consultant
Addetta alla Consulenza del Lavoro e alla gestione dei Tax Credit

Profilo completo e Articoli Dott.ssa Silvia Picca

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli