26 C
Rome
giovedì 11 Luglio 2024

Farmaci e parafarmaci detraibili: differenze e novità 2024

Spesso si fa confusione tra farmaci e parafarmaci, anche ai fini fiscali. È importante conoscere la differenza per sapere quali prodotti possono essere detratti dalle spese mediche nella dichiarazione dei redditi.

Farmaci detraibili

I farmaci detraibili sono quelli che hanno ottenuto l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio (AIC) da parte dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) e che recano il simbolo della “farmacia italiana”.

Esempi di farmaci detraibili

  • Antibiotici
  • Antinfiammatori
  • Farmaci per la pressione arteriosa
  • Farmaci per il diabete
  • Farmaci per la tiroide
  • Contraccettivi ormonali
  • Farmaci chemioterapici
  • Farmaci per uso odontoiatrico

 

Parafarmaci non detraibili

I parafarmaci non sono medicinali, ma prodotti che possono aiutare a mantenere il benessere e la salute. Non hanno l’AIC e non sono detraibili dalle spese mediche.

Esempi di parafarmaci non detraibili

  • Integratori alimentari
  • Prodotti fitoterapici
  • Cosmetici
  • Prodotti per l’igiene personale
  • Dispositivi medici (ad esempio, termometri, garze, cerotti)

 

Novità 2024

Con la Legge di Bilancio 2024, alcuni parafarmaci sono diventati detraibili a determinate condizioni.

Parafarmaci detraibili nel 2024

  • Dispositivi medici:
    • Protesi mammarie e relativi accessori post-chirurgici
    • Pompe insuliniiche e relativi accessori
    • Glucometri e strisce reattive
    • Cerotti transdermici per il rilascio di farmaci
    • Lenti a contatto e relative custodie
    • Apparecchi acustici e relativi accessori
  • Prodotti per l’alimentazione speciale:
    • Alimenti per l’infanzia (latte in polvere, omogeneizzati, etc.)
    • Alimenti senza glutine per celiaci
    • Alimenti per diabetici
    • Alimenti per soggetti con intolleranze alimentari certificate

 

Come detrarre i parafarmaci detraibili

Per detrarre i parafarmaci detraibili, è necessario conservare la documentazione fiscale (scontrino o fattura) che attesti l’acquisto, con la specifica dicitura del prodotto. La spesa va indicata nel Modello 730 o nel Modello Unico tra le spese sanitarie detraibili.

Consigli

  • È importante distinguere tra farmaci e parafarmaci per evitare errori nella compilazione della dichiarazione dei redditi.
  • Si consiglia di conservare la documentazione fiscale relativa all’acquisto di parafarmaci detraibili.
  • In caso di dubbi, è possibile rivolgersi a un commercialista o a un consulente fiscale per avere una consulenza personalizzata.

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Valeria Ceccarelli

Mi occupo di realizzazioni grafiche digitali e cartacee. 

Sono la responsabile della comunicazione e della sponsorizzazione di Commercialista.it e di altre aziende in diversi ambiti. 

Ho collaborato come editor per diversi volumi aziendali e biografici. 

Attualmente sono laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Unicusano di Roma.

Profilo completo e Articoli Valeria Ceccarelli

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sul mondo delle normative e legge per il fisco e tributi!

No grazie!