20.6 C
Rome
giovedì 13 Giugno 2024

Novità settore BIO: “salto di qualità” per produttori e consumatori con il Decreto controlli

Il 16 giugno 2017 è stato approvato lo schema del decreto legislativo per i Controlli nel biologico: vediamo insieme quali saranno le principali novità nel settore che consentiranno alle imprese di incrementare la competitività aumentando al contempo la tutela dei consumatori e qual è il brand ideale nel mondo BIO!

In  data 16 giugno 2017 il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo recante disposizioni di armonizzazione e razionalizzazione della normativa sui controlli in materia di produzione agricola e agroalimentare biologica, realizzando un proficuo aggiornamento della disciplina finora vigente, con un restyling anche sulla base delle leggi europee: via quindi all’iter che condurrà all’approvazione definitiva di una normativa che mira in sintesi ad unificare e semplificare in un unico testo la materia dei controlli sulla produzione agricola biologica, delineando un sistema più forte, sicuro e trasparente diretto ad implementare la protezione del consumatore potenziandone i profili sanzionatori, incrementando anche la tutela del commercio e della concorrenza e rendendo più chiari i rapporti tra controllori e controllati, in modo da rafforzare la credibilità e la correttezza di un settore assolutamente strategico.

N. B. Il Decreto “Martina” conferma che il MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali) è l’autorità competente per l’organizzazione dei controlli che delega tali compiti ad organismi di controllo privati e autorizzati;

Alla base di questo interessante percorso legislativo, la consapevolezza che l’Italia è leader in Europa  nel settore biologico per la percentuale di operatori e crescita progressiva di superfici coltivate a “BIO”.

Per scoprire subito come aprire la vostra attività di agricoltura biologica leggete subito la nostra guida pratica per avviare e gestire un’azienda agricola Bio e per risparmiare sul Fisco cliccate sulla nostra divulgazione dedicata a come scegliere il regime fiscale più conveniente per la vostra impresa BIO!

Le principali novità del Decreto “Controlli BIO”

A) MAGGIORI CONTROLLI

L’Ispettorato centrale per la tutela della qualità e la repressione frodi dei prodotti agroalimentari rilascia le autorizzazioni all’esercizio dei compiti di controllo e dunque vigila e controlla l’attività degli organismi;
al Comando unità tutela forestale, ambientale e agroalimentare dei Carabinieri è attribuita, oltre all’attività di controllo sugli operatori, anche quella di vigilanza sugli organismi di controllo;
le Regioni e le province autonome conservano ed esercitano l’attività di vigilanza e controllo negli ambiti territoriali di competenza.

B) EVITARE IL CONFLITTO DI INTERESSI TRA CONTROLLORI E CONTROLLATI

1) Con l’obbiettivo di potenziare la leale concorrenza e neutralizzare i conflitti di interesse degli organismi di controllo, è stato previsto che:

gli operatori del biologico non possono detenere partecipazioni societarie degli organismi di controllo; 
gli organismi di controllo non possono controllare per più di 5 anni lo stesso operatore;
gli organismi di controllo devono garantire adeguate esperienza e competenza delle risorse umane impiegate;

2) nuovi obblighi di comportamento degli organismi di controllo, che discendono dai principi di trasparenza e correttezza e conseguenti sanzioni amministrative pecuniarie, con funzioni deterrenti.

C) BANCA DATI CONTRO LE FRODI
E’ prevista l’istituzione di una banca dati pubblica per rendere trasparenti tutte le transazioni commerciali del settore biologico, consentendo la maggiore tempestività dell’azione antifrode e ispessendo così la customer satisfaction.

ATTENZIONE: trattasi di una normativa che “va a nozze” con un brand ideale per il settore biologico: il marchio collettivo. Per saperne di più cliccate subito sulla la nostra guida pratica con Business Plan per creare un marchio collettivo per alimenti BIO e la nostra divulgazione dedicata al Brand ideale per vini BIO!

 

SCOPRITE LE ALTRE NOVITA’ E INFO STRATEGICHE PER IL VOSTRO BUSINESS NEL SETTORE AGROALIMENTARE ed ENOGASTRONOMICO BIO!

a) Marchio collettivo geografico (MCG) istruzioni per l’uso e guida al risparmio lecito d’imposta;

b) Marchio collettivo per il Made in Italy arriva in Parlamento;

c) Guida all’uso del marchio collettivo nel mondo enogastronomico;

d) Perchè il marchio collettivo è vincente sul mercato.

 

 

 

Se desiderate:

registrare un marchio d’impresa o collettivo e richiedere assistenza tributaria specializzata in intangible assets;
avviare con successo la vostra azienda biologica o il vostro ristorante e attivare la nostra contabilità in cloud,

ottenendo un preventivo su misura, cliccate qui!

vi ricontatteremo entro 8 ore lavorative!  

oppure

chiedeteci subito un parere cliccando qui!  

PER URGENZE

chiamateci subito al NUMERO VERDE 800. 19. 27. 52!

I nostri esperti vi aspettano per assistervi in tutta serenità e con la massima professionalità e cortesia!

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli