27.4 C
Rome
venerdì 17 Maggio 2024

CREDITO D’IMPOSTA MACCHINARI AGRICOLI

Il nuovo credito d’imposta per il 2020 prevede un contributo pari al:

40% dell’investimento e fino a 2,5 milioni di euro per macchine agricole con tecnologia 4. 0;
6% dell’investimento e fino ad un massimo di 2 milioni di euro per tutte le altre macchine agricole.

Il nuovo credito d’imposta per il 2020 prevede un contributo pari al:

40% dell’investimento e fino a 2,5 milioni di euro per macchine agricole con tecnologia 4. 0;
6% dell’investimento e fino ad un massimo di 2 milioni di euro per tutte le altre macchine agricole.

 Il contributo sotto forma di Tax Credit è utilizzabile per la compensazione delle spese tributarie sostenute tramite F24 come IVA, IMU, contributi previdenziali, oltre le imposte dirette.

L’obiettivo del nuovo Credito d’imposta è quello di supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi e in tecnologia 4.

Possono beneficiare del Tax Credit tutte le imprese agricole residenti nel territorio nazionale, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito.

A differenza dei vecchi super e iper-ammortamento, sono inclusi  i conto terzisti, le imprese agricole, anche individuali, che si avvalgono del regime forfettario, ed il beneficio è valido indipendentemente dalla capacità o meno dell’azienda di produrre reddito.

​Entriamo nel dettaglio dei macchinari agricoli:

rientrano tra i beni ordinari e possono godere del contributo del 6%, tutte le macchine agricole nuove, indipendentemente dal loro livello tecnologico; rientrano tra i beni 4. 0 e possono godere del contributo del 40% solo le macchine agricole dotate di tecnologia 4.

Per quanto concerne i trattori e le mietitrebbie, le dotazioni necessarie per rientrare tra i beni 4. 0 sono le seguenti:

telematica con funzione di trasferimento dati;
sistema di guida automatica, idraulica o con motorino elettrico al volante.

Per tutte le altre macchine agricole, le dotazioni variano a seconda della natura della macchina, ma restano comunque indispensabili i vincoli dell’automazione e dell’interconnessione.

Per poter accedere al credito d’imposta per i beni 4. 0, l’azienda è tenuta a produrre un’autocertificazione nel caso di investimento inferiore a 300. 000 euro, oppure una perizia tecnica giurata in caso di investimento superiore a 300. 000 euro, attestanti che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo tra i beni 4.

è possibile usufruire del credito in cinque anni, in quote di pari importo, a partire dall’anno successivo a quello di entrata in funzione della macchina.

Se poi, entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di effettuazione dell’investimento i beni agevolati sono venduti a terzi, il credito d’imposta è corrispondentemente ridotto escludendo dall’originaria base di calcolo il relativo costo.

Il Tax Credit si può utilizzare fino al 30 giugno 2021 a condizione che l’acquisto della macchina sia effettuato entro il 31 dicembre 2020 e sia avvenuto il pagamento di un acconto in misura almeno pari al 20% del costo dell’investimento.

Sei un imprenditore e vuoi consulenza sulla materia trattata da questo articolo?  

Non esitare a contattarci, compila il form di contatto!

Siamo i fondatori del risparmio lecito d’imposta e abbiamo descritto i nostri casi reali nel libro acquistabile su Amazon.

Abbiamo vinto il premio Studio Professionale dell’anno da “Le Fonti Awards”!

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli