8.2 C
Rome
venerdì 16 Febbraio 2024

AGGREGAZIONI DI IMPRESA: CONSORZIO E JOINT VENTURE

Le aziende hanno alcune opportunità con cui possono unirsi in un gruppo; generalmente si fa riferimento a questi tipi di gruppi con il termine di aggregazione d’impresa, cioè accordi che possono essere instaurati tra più aziende e che permettono alle imprese di mettere in comune attività o risorse.

AGGREGAZIONI DI IMPRESA: CONSORZIO E JOINT VENTURE

L’unione fa la forza!

Le aziende hanno alcune opportunità con cui possono unirsi in un gruppo; generalmente si fa riferimento a questi tipi di gruppi con il termine di aggregazione d’impresa, cioè accordi che possono essere instaurati tra più aziende e che permettono alle imprese di mettere in comune attività o risorse.

Analizziamo il Consorzio e la Joint Venture.

Il Consorzio

Una delle modalità con le quali più imprenditori possono associarsi è quella della creazione di un consorzio.

Con il termine consorzio si indica un’associazione fra imprenditori, che prevede un coordinamento comune su determinate fasi d’impresa.

Il consorzio è disciplinato dal Codice Civile: “Con il contratto di consorzio più imprenditori istituiscono un’organizzazione comune per la disciplina o per lo svolgimento di determinate fasi delle rispettive imprese. ”

I consorzi dal punto di vista contrattuale rientrano nella categoria dei contratti plurilaterali con comunione di scopo, cioè contratti con più parti che si prefiggono un obiettivo comune e condiviso.

Si tratta di una serie di scelte collettive che hanno l’obiettivo di creare guadagni per i singoli imprenditori coinvolti, aumentando gli utili, grazie alla garanzia di mantenere una determina posizione sul mercato, più facilmente conservabile grazie alla forza del consorzio.

Per la creazione del consorzio dev’essere stipulato un contratto, posto per iscritto, mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata, contente gli obblighi reciproci a cui i singoli imprenditori si sottopongono, facendo parte del consorzio:

–         l’oggetto e la durata del consorzio;

–         la sede dell’eventuale ufficio;

–         gli obblighi assunti e i contributi dovuti dai consorziati;

–         le attribuzioni e i poteri degli organi consortili;

–         le condizioni di ammissione di nuovi consorziati.

In mancanza di specifiche indicazioni, il contratto di consorzio ha validità di dieci anni.

I consorzi in base al tipo di attività che svolgono vengono distinti in:

–         consorzi con sola attività interna: non instaurano rapporti con terzi ma si limitano a regolare i rapporti reciproci fra i consorziati;

–         consorzi con attività esterna: svolgono attività ed hanno rapporti con i terzi nell’interesse delle imprese consorziate.

In questo caso, il consorzio è tenuto ad iscriversi al Registro Imprese.

La Joint Venture

Una joint venture, associazione temporanea di imprese, è un contratto con cui due o più imprese si accordano per collaborare al fine del raggiungimento di un determinato scopo o all’esecuzione di un progetto.

A volte, unire le proprie forze, permettere di raggiungere gli obiettivi in modo più celere, facile e soddisfacente.

Essendo un’associazione “temporanea”, le imprese uniscono le loro risorse solo per un certo periodo di tempo, ovvero finchè non raggiungono l’obiettivo prefissato.

I partecipanti sono liberi di definire il contenuto del loro accordo, individuando le reciproche obbligazioni ed i diritti sulla base della legislazione vigente nel paese ove opereranno.

La joint venture è particolarmente adatta per la realizzazione di progetti di grandi dimensioni che per una sola azienda sarebbero troppo gravosi o comunque perlomeno molto impegnativi, per il rafforzamento della posizione rispetto alla concorrenza e per una diminuzione o meglio una suddivisione dei rischi che non gravano sul singolo.

Si distinguono in:

–         joint venture contrattuale: sorge attraverso la stipulazione di un contratto.

Essendo solo un accordo contrattuale, le aziende non danno vita ad un nuovo soggetto giuridico ma rimangono distinte.

Sono pertanto utilizzate in ambiti di progetti “semplici” e già individuati;

–         joint venture societaria: sorge con la costituzione di un nuovo soggetto giuridico.

Sono pertanto utilizzate in ambiti di progetti più complessi e duraturi.

Si costituisce una società autonoma e distinta rispetto ai partecipanti.

Ha una struttura contrattuale più complessa che si compone di più contratti.

Per informazioni ed assistenza invia mail RISPARMIOLECITO@NETWORKFISCALE. COM

 

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Dott.ssa Silvia Picca

Dott.ssa Silvia Picca
Manager Nord Italia - Senior Consultant
Addetta alla Consulenza del Lavoro e alla gestione dei Tax Credit

Profilo completo e Articoli Dott.ssa Silvia Picca

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli