30.7 C
Rome
mercoledì 12 Giugno 2024

Ristoranti e Trattorie: come difendersi dai controlli e dagli avvisi di accertamento

Il settore della ristorazione, che comprende ristoranti, trattorie, pizzerie e altri esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, è frequentemente soggetto a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate, dell’INPS e dell’Inail.

Tali controlli possono assumere diverse forme, tra cui accessi, ispezioni, verifiche e accertamenti.

È fondamentale per i ristoratori conoscere i propri diritti e doveri in materia di controlli fiscali e previdenziali, al fine di tutelarsi da eventuali contestazioni e sanzioni.

Come difendersi dai controlli e dagli avvisi di accertamento

1. Conoscere la normativa

Il primo passo per difendersi dai controlli è conoscere la normativa vigente in materia di controlli fiscali e previdenziali.

Le principali norme di riferimento sono:

  • D.P.R. n. 633/1972 (TUIR): disciplina le imposte sui redditi, a cui i ristoranti e le trattorie sono soggetti.
  • D.Lgs. n. 472/1997: disciplina la tutela delle persone giuridiche che non perseguono fini di lucro, ossia le associazioni di categoria che possono rappresentare i ristoratori.
  • D.Lgs. n. 33/2004: disciplina l’iscrizione e la contribuzione all’INPS.
  • D.Lgs. n. 124/2012: disciplina l’iscrizione e la contribuzione all’Inail.

 

2. Predisporre la documentazione

È fondamentale che i ristoranti e le trattorie conservino in modo ordinato e completo tutta la documentazione necessaria a dimostrare la regolarità della propria attività.

Tale documentazione comprende, tra gli altri:

  • Statuto e atto costitutivo (se associazione)
  • Libri contabili
  • Fatture e ricevute
  • Documenti relativi ai rapporti di lavoro
  • Documenti relativi alle merci acquistate
  • Documenti relativi agli scontrini fiscali emessi

 

3. Collaborare con gli organi di controllo

In caso di accesso, ispezione, verifica o accertamento, è importante collaborare con gli organi di controllo, fornendo loro tutta la documentazione richiesta e rispondendo alle loro domande in modo completo e veritiero.

4. Richiedere chiarimenti

Se avete dubbi o perplessità in merito alle contestazioni mosse dagli organi di controllo, potete richiedere chiarimenti.

5. Presentare osservazioni

Entro il termine indicato nell’atto di accertamento, potete presentare delle osservazioni all’Agenzia delle Entrate o all’ente previdenziale che ha effettuato il controllo.

6. Ricorrere alla Commissione Tributaria

Se non siete soddisfatti dell’esito delle osservazioni, potete presentare ricorso alla Commissione Tributaria.

Consigli per evitare contestazioni

  • Adottare un modello di gestione amministrativa corretto e trasparente.
  • Tenere i libri contabili in modo ordinato e completo.
  • Conservare tutta la documentazione fiscale e previdenziale.
  • Adempiere tempestivamente a tutti gli obblighi fiscali e previdenziali.
  • Emettere scontrini fiscali per ogni operazione di vendita.
  • Registrare correttamente le merci acquistate.
  • Avvalersi della consulenza di un professionista esperto in materia di ristorazione.

 

Conclusioni

Conoscere i propri diritti e doveri in materia di controlli fiscali e previdenziali, predisporre la documentazione necessaria e collaborare con gli organi di controllo sono i passi fondamentali per difendersi da accessi, ispezioni, verifiche e accertamenti.

Avvalendosi di un modello di gestione amministrativa corretto e trasparente e adottando le opportune cautele, i ristoranti e le trattorie possono ridurre al minimo il rischio di contestazioni e sanzioni.

RICHIEDI UNA CONSULENZA AI NOSTRI PROFESSIONISTI

Abbiamo tutte le risorse necessarie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
Non esitare, contatta i nostri professionisti oggi stesso per vedere come possiamo aiutarti.
Oppure scrivici all'email info@commercialista.it

Valeria Ceccarelli

Mi occupo di realizzazioni grafiche digitali e cartacee. 

Sono la responsabile della comunicazione e della sponsorizzazione di Commercialista.it e di altre aziende in diversi ambiti. 

Ho collaborato come editor per diversi volumi aziendali e biografici. 

Attualmente sono laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Unicusano di Roma.

Profilo completo e Articoli Valeria Ceccarelli

Iscriviti alla Newsletter

Privacy

Focus Approfondimenti

Altri Articoli