4.5 C
Rome
venerdì 27 Gennaio 2023

STOP ALL’IRAP ✋🛑

Data la situazione di crisi connessa all’emergenza epidemiologica da COVID-19 il Governo è intervenuto in aiuto di famiglie ed imprese attraverso misure di sostegno al lavoro ed all’economia.

STOP ALL’IRAP ✋🛑

Taglio dell’imposta regionale sulle attività produttive

Data la situazione di crisi connessa all’emergenza epidemiologica da COVID-19 il Governo è intervenuto in aiuto di famiglie ed imprese attraverso misure di sostegno al lavoro ed all’economia.

Pertanto, in materia di versamento IRAP, il Decreto-legge 19 maggio 2020 dichiara che:

–          Non è dovuto il versamento del saldo dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) relativa al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2019, codice tributo 3800, fermo restando il  versamento  dell’acconto  dovuto per il medesimo  periodo  di  imposta.

–          Non  è dovuto  il versamento della prima rata dell’acconto dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) relativa al  periodo  di  imposta  2020, codice tributo 3812.

Tale misura si applica ai  soggetti con ricavi o compensi non superiori a 250 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla  data  di  entrata  in  vigore  del presente decreto-legge.

Sono escluse da tale misura: banche ed altri enti e società finanziarie, imprese di assicurazione, Amministrazioni ed enti pubblici.

Nello stato di previsione del Ministero dell’economia  e  delle finanze è istituito un fondo con una dotazione  di  448  milioni  di euro finalizzato a ristorare alle Regioni e alle Province autonome le minori  entrate  derivanti  dal  presente  articolo   non   destinate originariamente a finanziare il fondo sanitario nazionale.

 

Per informazioni ed assistenza contattaci alla mail RISPARMIOLECITO@NETWORKFISCALE. COM

Iscriviti alla Newsletter

Altri Articoli