5.2 C
Rome
giovedì 26 Gennaio 2023

Impresa Sicura: rimborso a fondo perduto fino al 100% delle spese sostenute per le imprese che hanno acquistato DPI con pagamento a giugno 2020

Attivo dall’11 maggio 2020 il nuovo bando Invitalia  (fondi Inail) che eroga soldi a fondo perduto per le imprese che hanno acquistato DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) tra il 17 marzo e la data di invio della domanda di rimborso.  

Attivo dall’11 maggio 2020 il nuovo bando Invitalia  (fondi Inail) che eroga soldi a fondo perduto per le imprese che hanno acquistato DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) tra il 17 marzo e la data di invio della domanda di rimborso.  

 

CHI PUO’ CHIEDERE IL RIMBORSO A FONDO PERDUTO

Ogni impresa di qualunque dimensione, operante in Italia.

 

PER COSA E’ POSSIBILE CHIEDERE IL RIMBORSO A FONDO PERDUTO

E’possibile richiedere il rimborso a fondo perduto delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale DPI, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso:

A.     mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;

B.     guanti in lattice, in vinile e in nitrile;

C.     dispositivi per protezione oculare;

D.     indumenti di protezione quali tute e/o camici;

E.     calzari e/o sovrascarpe;

F.     cuffie e/o copricapi;

G.     dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;

H.     detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

 

Il bando consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.  

 

 

QUANTO VIENE RIMBORSATO?

L’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa richiedente e fino a 150mila euro per impresa.

Esempio 1: azienda con 5 risorse umane ha speso in DPI €10. 000 può chiedere il rimborso a fondo perduto per €2. 500.

Esempio 2: azienda con 20 risorse umane che ha speso in DPI €6. 000, può chiederli tutti, con plafond residuo di €4. 000.

 

RISORSE DISPONIBILI

Sono 50 milioni di euro le risorse disponibili su fondi Inail, art 43. 1 DL Cura Italia del 17 marzo 2020.

Riteniamo che come avviene con Bandi Inail, tale rimborso sia solo il primo di una serie. Per tale motivo le imprese devono impostare centri di costo e di ricavo nei propri esoscheletri di bilancio onde monitorare la spesa in DPI ed efficientare le future richieste.  

 

 

LE FASI

Il bando di Invitalia prevede 3 fasi:

1.      le imprese interessate dovranno inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9. 00 alle ore 18. 00. Attraverso uno sportello informatico dedicato, raggiungibile dal sito di Invitalia;

2.      sempre sul sito dell’agenzia, seguirà la pubblicazione dell’elenco, in ordine cronologico di arrivo, delle imprese ammesse alla presentazione della domanda di rimborso.

3.      la domanda potrà essere compilata dalle ore 10. 00 del 26 maggio alle ore 17. 00 dell’11 giugno 2020 sempre attraverso procedura informatica.

I rimborsi verranno effettuati entro il mese di giugno.

 

Per ottenere il rimborso contattateci ai seguenti numeri:

Regione Sardegna 070. 5925989

Regione Lazio 06. 31055924

NUMERO VERDE NAZIONALE 800. 19. 27. 52

Per accelerare la pratica inviare direttamente a risparmiolecito@networkfiscale. Com

a)    visura camerale;

b)    documento di identità del titolare/legale rappresentante;

c)     autodichiarazione importo sostenuto per spese in dispositivi sanitari a cui successivamente in fase 2, dovrà seguire fascicolo fatture in formato pdf.

Costo pratica anticipato € 197.

Iscriviti alla Newsletter

Altri Articoli