Guida Fiscale Studio Commercialista e Tributario
Menu
  1. Il Network
  2. Fisco e Tributi
    1. abitazione principale
    2. ace (aiuti crescita economica)
    3. adempimenti fiscali
    4. affitti & locazioni
    5. alberghi - hotel - affittacamere - b&b
    6. appalti privati e pubblici
    7. apporti infruttiferi
    8. assegnazione azioni proprie
    9. assegnazioni al socio in natura
    10. assegnazione di beni immobili
    11. autovetture ed automezzi
    12. beni in uso ai soci
    13. cedolare secca
    14. cessione quote srl
    15. cloud
    16. compenso amministratore
    17. comunicazione beni ai soci
    18. conferimento
    19. contabilita' in outsourcing
    20. costi deducibili
    21. credito di imposta
    22. cubatura
    23. detrazioni ed incentivi
    24. dichiarazione
    25. dividendi
    26. domini internet o nomi a dominio
    27. dossier
    28. due diligence
    29. employee benefits
    30. errori in fattura
    31. escort
    32. fatture
    33. finanziamento all'amministratore
    34. fiscalità internazionale
    35. fonti di energia rinnovabili
    36. giochi d'azzardo
    37. guide e vademecum fiscali
    38. impairment test
    39. imposta di registro
    40. imposte saldi ed acconti
    41. imu
    42. indennità di trasferta
    43. interpelli agenzia entrate
    44. inventario
    45. irap
    46. iva imposta valore aggiunto
    47. ivie
    48. leasing
    49. legge di stabilita 2015
    50. manutenzioni
    51. marchio
    52. mediazione tributaria
    53. nuove attivita' ed agevolazioni
    54. obbligazioni nelle srl
    55. operazioni straordinarie
    56. parcella
    57. patent box
    58. perdite fiscali riportabilita'
    59. perdita sistematica
    60. permuta di immobili
    61. piano di risanamento aziendale
    62. prestiti a soci ed amministratori
    63. prima casa
    64. rateizzazioni
    65. ravvedimento operoso
    66. regime dei minimi
    67. rimanenze
    68. rimborso spese
    69. risarcimenti o indennita'
    70. risparmio energetico
    71. ristrutturazioni edilizie
    72. ristoranti e trattorie
    73. ritenute a titolo di acconto
    74. rivalutazione terreni edificabili
    75. rivalutazione immobili
    76. rivalutazione quote e partecipazioni
    77. royalty
    78. scadenze da monitorare
    79. servitù non aedificandi
    80. sigarette elettroniche
    81. societa' estere
    82. societa' tra professionisti
    83. spesometro
    84. srl a capitale ridotto
    85. srl ordinaria
    86. super ammortamento
    87. tassa di vidimazione annuale libri
    88. terreni
    89. yacht & catamarani
  3. Fisco e Contenzioso
  4. Fisco Sport e Non Profit
  5. Fisco ed Agricoltura
  6. Fisco Editoria TV
  7. Tax Credit
  8. Lavoro
  9. E-Commerce
  10. Dogana




CONFERIMENTO DI PROPRIETÀ O DIRITTI REALI DI GODIMENTO SU FABBRICATO STRUMENTALE DA PARTE DI SOGGETTO IVA

Il decreto rilancio e le misure di sostegno per il settore turistico

Il decreto numero 34 del 19 maggio 2020, redatto con l’obiettivo di rilanciare l’economia in seguito all’emergenza sanitaria da Covid-19 disciplina con l’articolo 182 alcune misure di sostegno per il settore turistico.

Il decreto rilancio e le misure di sostegno per il settore turistico

L’articolo 182 del decreto-legge 34/2020, al fine di sostenere le agenzie di viaggio e i tour operator, istituisce un fondo con una dotazione di 25 milioni di euro per aiutare il settore turistico.

Bonus centri estivi 2020: il messaggio dell’INPS

L'INPS fornisce le prime indicazioni sul nuovo bonus centri estivi previsto nel decreto rilancio.

Bonus centri estivi 2020: il messaggio dell’INPS

Il 27 maggio 2020 l’INPS ha emanato il messaggio numero 2209 al fine di fornire le prime indicazioni in merito al nuovo bonus centri estivi di 1200 euro (o 2000 euro in alcuni casi) per i figli fino a 12 anni da richiedere fino al 31 luglio 2020.

CREDITO D’IMPOSTA AL 60% 💥

Per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione

CREDITO D’IMPOSTA AL 60% 💥

Al fine di favorire l’adozione di misure dirette a contenere e contrastare la diffusione del virus Covid-19, il Decreto Rilancio ha introdotto, all’articolo 125, un credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati, nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti.

SERVIZI DIGITALI E CREDITO D’IMPOSTA, COSA PREVEDE IL DECRETO RILANCIO

Il Decreto Rilancio, all’articolo 190, prevede un credito d’imposta nella misura del 30% della spesa effettivamente sostenuta nell’anno 2019 per i servizi digitali.

  • 28 maggio 2020
  • Autore: Federica Bocale
  • Numero di visualizzazioni: 2903
  • Commenti
SERVIZI DIGITALI E CREDITO D’IMPOSTA, COSA PREVEDE IL DECRETO RILANCIO

Potranno beneficiarne, per il 2020, le imprese editrici di quotidiani e di periodici iscritte al registro degli operatori di comunicazione che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato. Per beneficiare di tale agevolazione bisognerà presentare un’istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri. Dunque, occorrerà attendere il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) che definirà modalità, contenuti, documentazione richiesta e termini per la presentazione della domanda.

REGIONE SARDEGNA: Bando Microincentivi per l'innovazione

Contributo a fondo perduto fino al 100% per lo sviluppo di prodotti o processi innovativi

REGIONE SARDEGNA: Bando Microincentivi per l'innovazione

Prende il via la nuova edizione del bando Microincentivi per l'innovazione, che aiuta le imprese sarde a realizzare progetti d'innovazione non superiori a 15.000 euro attraverso agevolazioni per l'acquisto di servizi di consulenza e di sostegno all'innovazione. Particolare attenzione sarà data in questa edizione a due temi: la valorizzazione della proprietà intellettuale (brevetti, design e marchi) e gli interventi rivolti ad affrontare e gestire, nel breve e nel medio termine, i rischi connessi all'infezione da SARS-CoV-2.

FONDO PATRIMONIO PMI

Rafforzamento patrimoniale delle imprese

FONDO PATRIMONIO PMI

L’art.26 del Decreto Rilancio prevede, ai   fini   del   sostegno    e    rilancio    del    sistema economico-produttivo italiano, l’istituzione del  fondo  denominato  “Fondo Patrimonio PMI”, finalizzato  a sottoscrivere entro  il  31  dicembre  2020,  entro  i  limiti  della dotazione del  Fondo,  obbligazioni  o  titoli  di  debito  di  nuova emissione, emessi da:

DECRETO RILANCIO: ECOBONUS 110%

L’articolo 119 del decreto-legge 34/2020 disciplina gli incentivi per l’efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici.

DECRETO RILANCIO: ECOBONUS 110%

Il decreto rilancio propone una maximanovra da 55 miliardi per aiutare le famiglie e le imprese a fronteggiare la crisi da Covid-19. Infatti, l’obiettivo primario è quello di agevolare la ripartenza in seguito al lock down ordinato dal governo intorno alla metà di marzo.

LINEE GUIDA PER LA RIPRESA DE L’ATTIVITA’ SPORTIVA DI BASE E L’ATTIVITA’ MOTORIA IN GENERE

Analisi delle linee guida stabilite dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, ufficio per lo sport, per la ripresa dell’attività sportiva di base e l’attività motoria in generale ai sensi del DPCM del 17.05.2020 art. 1 lettera f)

LINEE GUIDA PER LA RIPRESA DE L’ATTIVITA’ SPORTIVA DI BASE E L’ATTIVITA’ MOTORIA IN GENERE

La presidenza del consiglio dei ministri, ufficio per lo sport, ha stabilito alcune indicazioni generali e le azioni di cambiamento necessarie per accompagnare la ripresa dello sport dopo il lockdown causato dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 alle quali dovranno attenersi tutti i soggetti che gestiscono, a qualsiasi titolo, siti sportivi o che comunque ne abbiano la responsabilità.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo definitivo del Decreto Rilancio, il maxi-provvedimento del Governo per sostenere l’economia italiana colpita dalla crisi economica legata all’epidemia di Covid-19.

  • 21 maggio 2020
  • Autore: Federica Bocale
  • Numero di visualizzazioni: 7297
  • Commenti
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Tra le novità contenute nel Decreto Legge (D.L. 19 maggio 2020, n. 34) anche i contributi a fondo perduto per imprese e partite IVA. Una misura molto attesa da imprenditori e professionisti colpiti dalla crisi legata al Coronavirus, introdotta dall’articolo 25 del Decreto Rilancio.

ARTICOLO 28 DECRETO RILANCIO: TAX CREDIT

CREDITO D’IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI A USO NON ABITATIVO E AFFITTO D’AZIENDA

ARTICOLO 28 DECRETO RILANCIO: TAX CREDIT

L’articolo 28 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, rinominato “decreto rilancio” tratta la tematica dei canoni di locazione di immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, infatti al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento attuate per l’emergenza epidemiologica da Covid-19, è previsto un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo.

Fondazione Con Il Sud: Regione Sardegna

“Bando Sport: L'importante è partecipare” concede un contributo a fondo perduto per il sostegno dell'attività sportiva come strumento di inclusione, partecipazione ed integrazione sociale.

Fondazione Con Il Sud: Regione Sardegna

Descrizione completa del bando: attraverso il bando “Sport #dopolapaura – l’importante è partecipare” la Fondazione mette a disposizione 2,3 milioni di euro di risorse private per sostenere interventi da attivare nel 2021 capaci di mettere al centro l’attività sportiva come strumento di inclusione, partecipazione e integrazione tra persone che vivono in uno stesso, circoscritto, territorio (quartiere, rione, borgo, paese) del Sud Italia.

STOP ALL’IRAP ✋🛑

Taglio dell’imposta regionale sulle attività produttive

STOP ALL’IRAP ✋🛑

Data la situazione di crisi connessa all’emergenza epidemiologica da COVID-19 il Governo è intervenuto in aiuto di famiglie ed imprese attraverso misure di sostegno al lavoro ed all’economia.

SAFE WORKING: IO RIAPRO SICURO

Contributo a fondo perduto per gli interventi strutturali in sicurezza sanitaria nelle micro e piccole imprese lombarde. In fase di attivazione!!!

SAFE WORKING: IO RIAPRO SICURO

Questa misura mette a disposizione contributi a fondo perduto per interventi strutturali riguardanti la sicurezza sanitaria con l’obiettivo di consentire l’adozione delle misure necessarie a garantire la ripresa dell’attività di impresa mantenendo in sicurezza lavoratori, fornitori e clienti. 

DECRETO RILANCIO: IL TESTO DEFINITIVO IN GAZZETTA UFFICIALE 📌

Scarica il testo del Decreto-legge 19 maggio 2020 n.34

DECRETO RILANCIO: IL TESTO DEFINITIVO IN GAZZETTA UFFICIALE 📌

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-legge 19 maggio 2020 n.34 recante "Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19".

CCIAA di Torino: Bando SPRINT

Contributo a fondo perduto fino al 50% per l'acquisto di servizi digitali e attrezzature per le micro e piccole imprese al fine di affrontare la situazione di crisi causata dall'Emergenza COVID-19.

CCIAA di Torino: Bando SPRINT

Con il Bando S.P.R.I.N.T. (Sostegno Progetti Ripartenza Imprese & Nuove Tecnologie) 2020 la Camera di commercio di Torino intende sostenere le piccole e micro imprese del territorio nell’affrontare la situazione di crisi causata dall’emergenza COVID-19, favorendo la continuità delle attività nel periodo di lockdown e la ripresa delle stesse nel periodo successivo.

Contributo a fondo perduto per far fronte ai danni causati dall'emergenza COVID-19 a favore degli operatori del settore turistico

La regione Lazio offre un contributo a fondo perduto per il settore turistico in difficoltà a causa del Coronavirus

Contributo a fondo perduto per far fronte ai danni causati dall'emergenza COVID-19 a favore degli operatori del settore turistico

Descrizione completa del bando: il bando è volto a fornire una tempestiva risposta alle imprese ed operatori turistici con problemi di liquidità correlate all’epidemia di COVID19, semplificando i tempi, la complessità del processo di istruttoria e di erogazione.

PROROGA DEI VERSAMENTI AL 16 SETTEMBRE

La bozza del decreto rilancio prevede la proroga dei versamenti, ma non per tutti!!!

PROROGA DEI VERSAMENTI AL 16 SETTEMBRE

L’Articolo 131 della bozza del “decreto rilancio” prevede lo slittamento dei termini di versamento al prossimo 16 settembre 2020, ma solamente in presenza delle condizioni già dettate in precedenza dagli articoli 61 e 62 del Decreto “Cura Italia” e dall’articolo 18 del Decreto “liquidità”.

L’Articolo 131 della bozza del “decreto rilancio” prevede lo slittamento dei termini di versamento al prossimo 16 settembre 2020, ma solamente in presenza delle condizioni già dettate in precedenza dagli articoli 61 e 62 del Decreto “Cura Italia” e dall’articolo 18 del Decreto “liquidità”.
L’Articolo 131 della bozza del “decreto rilancio” prevede lo slittamento dei termini di versamento al prossimo 16 settembre 2020, ma solamente in presenza delle condizioni già dettate in precedenza dagli articoli 61 e 62 del Decreto “Cura Italia” e dall’articolo 18 del Decreto “liquidità”.

CONTAGIO DA COVID-19 SUL POSTO DI LAVORO: L’ONERE DELLA PROVA SPETTA AL LAVORATORE.

L’INAIL per la prima volta riconosce la tutela infortunistica a seguito di contagio da COVID-contratto sul luogo di lavoro da un dipendente non sanitario, in particolare la tutela viene riconosciuta ad una guardia giurata infettata dal COVID-19, nello svolgimento delle proprie mansioni.

CONTAGIO DA COVID-19 SUL POSTO DI LAVORO: L’ONERE DELLA PROVA SPETTA AL LAVORATORE.

L’articolo 42 comma 2 del decreto “Cura Italia”, equipara il contagio da "coronavirus" occorso durante la prestazione dell’attività lavorativa, ad infortunio sul lavoro; l’INAIL a tal proposito con la nota 3675 del 17 marzo 2020 e con la circolare n. 13 del 3 aprile 2020 ha fornito le istruzioni operative in materia, precisando che la causa virulenta è equiparata alla causa violenta.

Il contagio da Covid-19 viene riconosciuto come infortunio sul lavoro ma l'onere della prova è a carico del dipendente

Guardia giurata infettata dal covid-19 nello svolgimento delle proprie mansioni: L’Inail gli riconosce la tutela infortunistica.

Il contagio da Covid-19 viene riconosciuto come infortunio sul lavoro ma l'onere della prova è a carico del dipendente

L’INAIL per la prima volta ha riconosciuto la tutela infortunistica a seguito di contagio da coronavirus contratto sul luogo di lavoro da un dipendente non sanitario, infatti la guardia giurata è stata infettata mentre svolgeva servizio presso l’Ospedale Maggiore di Lodi monitorando gli accessi al Pronto Soccorso Covid durante il periodo di massima allerta dell’emergenza epidemiologica, contraendo una forte polmonite che poi è stata diagnosticata da coronavirus. L’Inail quindi ha considerato tale infezione alla pari di un infortunio sul lavoro e quindi meritevole di copertura, come l’articolo 42 comma 2 del decreto-legge “Cura Italia”.

Prestazioni sanitarie dei medici: Guida Fiscale come contrattualizzare la prestazione ed emettere fattura

Quadro normativo civilistico e fiscale, con particolare attenzione ai fini Iva alle operazione esenti ed a quelle imponibili

Prestazioni sanitarie dei medici: Guida Fiscale come contrattualizzare la prestazione ed emettere fattura

Ai sensi del regio decreto n. 1265 del 27.07.1934 le prestazioni sanitarie dei medici sono la diagnosi, la cura e la riabilitazione rese alla persona nell’esercizio delle professioni e arti sanitarie soggette a vigilanza. Prestazioni che possono essere svolte anche da operatori abilitati all’esercizio delle professioni infermieristiche e tecnico-sanitarie. Il fine è quello di garantire diagnosi, cura e riabilitazione alla persona, coloro che hanno diritto ad ottenere questi trattamenti, ovvero quelli del servizio sanitario nazionale sono i soggetti fiscalmente residenti in Italia.

Decreto Rilancio: il testo

Testo in formato PDF del Decreto Rilancio

Decreto Rilancio: il testo

In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, potete scaricare ultimo testo in formato pdf del decreto rilancio, aggiornato al 13 maggio 2020 ore 17:00

Unioncamere Lombardia: FAICRedito

Misura regionale di supporto straordinario alla liquidità delle MPMI a causa dell'emergenza sanitaria COVID-19

Unioncamere Lombardia: FAICRedito

La Regione Lombardia e le camere di commercio lombarde promuovono una misura straordinaria con l’obiettivo di difendere le imprese dalla crisi di liquidità derivante dall’emergenza sanitaria ed economica da Covid-19. Tale misura si concretizza in contributi per l’abbattimento del tasso di interesse applicato ai finanziamenti bancari per operazioni di liquidità ed è inoltre previsto un ulteriore contributo per la copertura del costo di garanzia, compresi i costi di istruttoria per le pratiche presentate tramite i consorzi Fidi.

CESSIONE DEL QUINTO: DI COSA SI TRATTA?

Cosa è la cessione del quinto, chi può richiederla ed eventuali ricorsi.

CESSIONE DEL QUINTO: DI COSA SI TRATTA?

La cessione del quinto è un prestito personale al consumo, a breve o medio termine, non legato ad un acquisto specifico, le cui rate vengono rimborsate con la cessione di fino a un quinto dello stipendio o della pensione. Con la Legge originale del 1950 potevano beneficiarne solo ed esclusivamente i dipendenti statali, ma con le modifiche attuate nel 2004 e nel 2005 è stato esteso anche ai dipendenti privati che ai pensionati. Per quanto riguarda i dipendenti privati, essi possono avere un contratto sia a tempo determinato che indeterminato, a tempo parziale o a tempo pieno e sulla base di questo la banca o l’istituto di credito valuterà in quale misura concedere la cessione del quinto.

RipartiAmo di Pro.Di.Gus: il progetto all’insegna del gusto

Lo Chef Fabio Campoli, in questo momento difficile da vita a un progetto volto a rilanciare le aziende operanti nel settore agroalimentare

RipartiAmo di Pro.Di.Gus: il progetto all’insegna del gusto
Pro.Di.Gus, acronimo di “promotori di gusto” è la testata giornalistica on-line e strumento editoriale di Campoli Azioni Gastronomiche Srl.

CCIAA di Sassari-Nord Sardegna: Voucher per la riapertura!

Contributo a fondo perduto fino a € 6.000,00 per sostenere le imprese che abbiano subìto rilevanti perdite nel proprio volume d’affari e/o hanno sospeso l’attività a causa dell’epidemia Covid-19

CCIAA di Sassari-Nord Sardegna: Voucher per la riapertura!

La Camera di Commercio di Sassari-Nord Sardegna ha costituito un fondo straordinario di 6 milioni di euro per sostenere le imprese iscritte al Registro nella volontà di ripartire dopo la chiusura forzata dovuta alla epidemia di Covid-19.

RSS



Recapiti e Contatti






Newsletter

Commercialista.it

il fisco facile per tutti

Le nostre Due Diligence

 
   
   
   
 
 
   
   
 
 

SEGUICI SUI SOCIAL

NEWSLETTER SIGNUP Subscribe

CONTATTI

Commercialista.it S.r.l. a socio unico

info@networkfiscale.com  

NUMERO VERDE  800.19.27.56

Capitale Sociale i.v. 10.000

Sede Legale Via Boezio 4c, Roma

Sede operativa per il Lazio,  Via Rocca di Papa n. 26, Albano Laziale  (Roma)

Sede operativa per la Sardegna, Via XX Settembre n. 7  e  9, Quartu Sant'Elena (Cagliari)   

C.F. & P.IVA 12059071006
Iscritta al Registro Imprese di Roma al n. 12059071006
Periodico telematico Reg. Tribunale di Velletri n. 11/2018

Periodico iscritto alla USPI


Direttore responsabile: Dott. Alessio Ferretti

www.networkfiscale.com     www.commercialista.it 

www.pareretributario.com    www.parerefiscale.com 

www.parerepenale.it         www.parereproveritate.com       

www.parerecivile.com        www.parerepenale.com

www.duediligence.it          www.parerelavoro.com

Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2020 by Network Fiscale S.r.l. a socio unico p.i & c.f. 12059071006
Back To Top